Gli occhiali per bambini in 5 punti

Backtoschool
  1. Come faccio a sapere se mio figlio piccolo ci vede bene?
    È bene fare delle visite di controllo dall’oculista ogni anno, soprattutto in considerazione del fatto che l’occhio del bambino di oggi è sottoposto a sollecitazioni ben più forti rispetto a vent’anni fa, a causa dei nuovi giochi elettronici. Se poi vedete che vostro figlio stringe gli occhi quando fissa qualcosa di piccolo, portatelo subito dall’oculista per un controllo.
  1. Come faccio a convincerlo a mettere gli occhiali?
    Grazie alle nuove montature colorate sarà molto più facile di una volta. Un po’ come le nuove capigliature suggerite dai campioni di calcio per i maschietti e dalle dive per le femminucce, anche qui potrete far leva sulla loro voglia di essere ammirati da amici e parenti. E ci sono montature veramente graziose sul mercato!
  1. Che caratteristiche deve avere un buon occhiale?
    Struttura in plastica morbida, angoli smussati, leggerezza. Se poi il vostro piccolo è particolarmente scatenato, sostituite le classiche stanghette con fascette elastiche, per evitare di dover comprare un occhiale al mese…
  1. Per quante ore deve portare gli occhiali?
    Sarà l’oculista a consigliarvi in base al difetto visivo. Ma non preoccupatevi, quando il vostro piccolo vedrà la differenza tra portare gli occhiali o no, sarà lui stesso a regolarsi di conseguenza.
  1. Meglio gli occhiali o le lenti a contatto?
    Anche in questo caso sarà l’oculista a consigliarvi, ma, dato che l’occhio non è ancora completamente formato, di solito si preferisce l’uso delle lenti, che per il piccolo è meglio siano in materiale plastico e non in vetro.
OTTICAFBL
OTTICAFBL
No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.